Roberto Casati e la poesia - Coincidenze, ipotesi e navigazioni

Coincidenze, ipotesi e navigazioni
Vai ai contenuti

In navigazione per Capo Horn

Coincidenze, ipotesi e navigazioni
Pubblicato da Webmaster in In navigazione per Capo Horn · 20 Novembre 1999

Da “In navigazione per Capo Horn”, Edizioni del Leone, Venezia, 1999

"….devo aspettarti, non dubito
che ti incontrerò ancora,
e a questo devo badare,
di non perderti…."   W.Whitman

IL SENSO DEI COLORI
Il silenzio segue il profilo della notte,
riconducendo quest’amore ad un respiro di vento,
sull’increspare del blu sulla marea.
Così il senso dei colori rimane l’unico
ad avere ragione del tempo,
cancellando la tristezza tra il prima e il dopo,
riprendendo il discorso interrotto sulle tue labbra.
Così l’emozione del cuore rende sincera ogni parola,
giocando con gli sguardi.
Anticipando il momento in cui,
con gli occhi spalancati su Gibilterra,
ti vedrò sconfinare a nord-est.
Bellissima, come mai prima.

EMOZIONI
Stelle di vento,
abbracciate alla linea del cuore,
muovono lentamente
i bagliori riflessi dalla luna.
Bruciando di sguardi la tua bellezza svelata.

Averti dentro gli occhi
è una dolcissima pretesa,
adesso che il chiaroscuro oltre la marea
è un alfabeto di silenzio.
Nell’evidenza dei sorrisi.

Emozioni, o inseguimenti
dei miei baci sulle tue labbra,
trattengono il respiro.
Sul profilo blu e nero dietro il cielo di Gibilterra.

CERCARTI
Cercarti,
ricalcolando le distanze,
forse rompendo il silenzio
con altre mille parole,
proprio nell’attimo che il vento
determina il senso dell’attesa.
Strappando ai margini
il cielo in fondo ai tuoi occhi.

LE PAROLE DELL’AMORE
Ritorna impertinente questa pretesa,
questo dolcissimo amarti,
dentro un’ansia già evidente,
andando più in là, oltre la linea d’orizzonte
che definisce le maree.
Risalendo più lentamente
sullo svelarsi della tua bellezza,
ormai perso dentro agli attimi
di una sottile emozione.
Fino a raggiungerti
nello stesso momento in cui tu
tocchi il cielo con un dito,
rubando al silenzio le parole dell’amore.

NON E’ POSSIBILE STACCARSI DAI TUOI OCCHI
Non è possibile staccarsi dai tuoi occhi,
anche solo per un attimo,
nella notte che confonde le ombre sulla marea.

Perché le carezze seguono percorsi autonomi,
creando mille brividi,
nell’insinuarsi tra le labbra a Capo Horn.

Perché chi ti conosce
vede
tutto quello che gli altri non vedono.

"Poesia di pause e silenzi, questa di Roberto Casati,  sensuale nei modi e nelle volute lentezze descrittive. Poesia di pelle,  di occhi; tattile e vibratile."
(Gian Domenico Mazzocato, febbraio 2008)




Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0
Inserisci la tua valutazione:
______________________________________
CREATED WITH WEBSITE X5

INDIRIZZO
___________________
Viale Montegrappa 32
27029  Vigevano
(Pavia)
TELEFONO
________________________
+39 0381 83534
________________________________________
EMAIL: info@robertocasati.it
________________________
Coincidenze, ipotesi e navigazioni
Torna ai contenuti