Coincidenze massime

Coincidenze, ipotesi e navigazioni
Vai ai contenuti

Coincidenze massime

Coincidenze, ipotesi e navigazioni
Pubblicato da Webmaster in Coincidenze massime · 18 Giugno 1988
Tags: Presentazione

Da “Coincidenze massime”, Edizioni del Leone, Venezia, 1988

"Di tutte queste parole
Non resteranno che il mio
E il tuo amore a riempirci il cuore
A consolarci di un sogno
O meglio a ripagarci del coraggio
Di guardarci negli occhi."

L’ULTIMA IMMAGINE
Vorrei rapire il tuo cuore
E scoprire qual è l’ultima immagine entrata nei tuoi occhi
Vorrei scoprire il tuo rossetto sopra le mie mani
E poter pensare che non è stato un caso

Questa sera
Che fuori la pioggia è la noia che scende dal cielo
E non possono bastare
Le nuove parole che scrivo ad illuminare la piazza
Proprio questa sera
Io avrei voluto esserti accanto
E trasformare la nebbia che sale dal fiume
In un silenzio pieno di significati
Avrei voluto baciarti
E toglierti un poco del tuo rossetto

Vorrei rapire il tuo amore
E capire qual è stata l’ultima immagine entrata nei tuoi occhi
Vorrei scoprire il tuo rossetto sopra le mie labbra
E poter pensare che non è stato un caso.

IL VECCHIO RAGAZZO
Se tu fossi il mio amore ti coprirei di baci
Non ti lascerei mai andare via
E la sera starei con te

Se tu fossi il mio amore ti entrerei dentro gli occhi
Con la magia di poche parole
E camminerei accanto a te

Se tu fossi il mio amore avrei un regalo così grande da darti
Da non poterlo tenere in tasca
Adesso che vengo da te

Se tu fossi il mio amore tu saresti la più bella di tutte
Ed i tuoi occhi grandi
Rapirebbero ogni mio sguardo

Se tu fossi il mio amore ti terrei accanto stretta stretta
Se io fossi il tuo amore sarei quel ragazzo che non sono più.

COINCIDENZE MASSIME
Esiste una coincidenza massima
Tra i tuoi occhi e le mie dita
Tra il tuo seno e le mie mani
Tra le tue labbra e la mia bocca

E’ un filo sottile che ci unisce nella notte
E giocando con questi sentimenti
Ci prende per mano e ci porta via

Via dalla città che chiude la sua vita nella piazza
Via dal fiume che nei suoi pantani
Nasconde tutto il nostro rancore

Esiste una coincidenza massima
Tra le mie parole e i tuoi pensieri
Tra le mie carezze e i tuoi sorrisi
Tra il mio cercarti e il tuo aspettarmi.

"L'anafora insinua nella trasparenza del linguaggio il sospetto di un'inquietudine, un'ombra che può trasformare l'offerta amorosa in ossessione della mancanza, in angoscia della perdita. Casati non teme nemmeno la rima tra cuore e amore, la famigerata coppia del repertorio canzonettistico, ma lo fa in modo da farci sentire la possibilità di improvvisi, incolmabili abissi."
(Roberto Carifi, Poesia, settembre 1991)





Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0
Inserisci la tua valutazione:
______________________________________
CREATED WITH WEBSITE X5

INDIRIZZO
___________________
Viale Montegrappa 32
27029  Vigevano
(Pavia)
TELEFONO
________________________
+39 335 8359844
________________________________________
EMAIL: info@robertocasati.it
________________________
Coincidenze, ipotesi e navigazioni
Torna ai contenuti